Comunicazione e relazione di coppia

Comunicazione e relazione di coppia

Alla fine di ogni 'scontro di coppia' non c'è un vincente ed un perdente. O si vince in due o si perde in due.
L'accordo nasce dall'accettazione reciproca dello stesso, dalla creazione di una soluzione comune attraverso la comunicazione.
Comunicare in maniera chiara e sincera è estremamente importante anche se spesso le coppie non riescono a farlo. In situazioni di divergenza di opinioni, di contrasto e di conflitto, è importante confrontarsi serenamente e ascoltare con calma, rispetto ed empatia anche le ragioni e i punti di vista dell'altro senza alcun pregiudizio. Si deve avere la piena consapevolezza che l'apparente vittoria dell'uno sull'altro equivale in realtà alla sconfitta di entrambi.
Una buona comunicazione è la base per avviare un processo di reciproca e profonda conoscenza, è un ottimo rimedio per non correre il rischio di ritrovarsi a vivere un rapporto di coppia come estranei. E' il miglior antidoto per prevenire i mali causati dalla routine, dalla noia, dall'apatia, fondamentale anche per promuovere una buona comunicazione interpersonale all'insegna del rispetto reciproco, della fiducia, della felicità e del benessere della coppia.

La coppia è composta da due persone con bisogni, motivazioni, obiettivi, interessi, aspettative e desideri diversi e, fino a quando nella coppia prevarranno interessi personali e forme di egoismo, non si andrà molto lontano sul difficile cammino della crescita emotiva, dell'amore e della felicità. Questo traguardo è possibile se i partner sono entrambi capaci di creare da subito quel magico “senso del noi”. Il senso di noi è un sentimento profondo, basato sulla comunicazione e condivisione di tutto ciò che crea e rinforza un legame affettivo e che va alimentato costantemente nel tempo. Ma come si costruisce il senso del noi? Sicuramente attraverso una comunicazione efficace che permette di costruire insieme, anche le piccole cose come i rituali piacevoli e tutti quei momenti emotivamente coinvolgenti che scandiscono
il rapporto di coppia, come viaggiare e far vacanza insieme, ritrovarsi a tavola, far l'amore, divertirsi ma anche affrontando uniti le inevitabili difficoltà della vita, le situazioni di dolore e i momenti di sofferenza, senza dimenticare l'importanza di avere un linguaggio comune che faccia da sfondo al rapporto di coppia, caratterizzandone in modo esclusivo le fasi evolutive.
Una buona comunicazione nella coppia è ancor di più fondamentale ovviamente anche per le decisioni importanti da prendere insieme, come per esempio l'acquisto di una casa, il lavoro, l'educazione dei figli.
Insommauna buona comunicazione è un potente antidoto allo stress emotivo e relazionale della vita a due, una buona comunicazione crea una dimensione affettiva che
unisce e nella quale ognuno si sente protetto da un rassicurante e tranquillizzante noi, capace di creare fiducia reciproca e di emanare una straordinaria forza ed energia che rinsaldano profondamente il legame, rendendolo inossidabile e invulnerabile alle avversità quotidiane e ai problemi dell'esistenza.
E' bene tener presente che i contrasti e i conflitti, sono normali in una coppia, possono rappresentare un momento di riflessione, di maggiore conoscenza dell'altro, di confronto ma possono anche trasformarsi in una trappola mortale per il rapporto che rischia di svuotarsi di ogni sentimento e di rimanere soffocato da violenti scontri diretti ad annientare psicologicamente l'altro. Pertanto, quando ci si ritrova in situazioni di esasperato conflitto è importante domandarsi se si vuole costruire un rapporto migliore o si vuole distruggere quello che si è già costruito.
Quando la coppia è formata da un uomo e una donna non dobbiamo mai perdere di vista che la comunicazione per l’uomo e la donna è diversa. Ci aspettiamo sempre che i rappresentanti del sesso opposto siano simili a noi. Pensiamo che “vogliano ciò che noi vogliamo” e che “sentano ciò che noi sentiamo”. Diamo per scontato che se ci amano reagiranno e si comporteranno in una certa maniera: la stessa che adotteremmo noi al loro posto. Questo atteggiamento è destinato a scontrarsi continuamente con la realtà e ci impedisce di comunicare le nostre differenze. In pratica gli uomini si aspettano che le donne pensino, comunichino e reagiscano come uomini, mentre le donne si aspettano che gli uomini pensino, comunichino e reagiscano come donne. Noi tutti tendiamo a dimenticarci che i due sessi percepiscono il mondo secondo schemi differenti con il risultato di scontri quotidiani. Se impariamo a riconoscere e a rispettare queste differenze ridurremo drasticamente la confusione ed i conflitti nei rapporti con l’altro sesso. Il modo migliore per conoscersi è comunicare e chiedere.
Gli uomini e le donne parlano linguaggi diversi e quindi si fraintendono in continuazione: parlano o smettono di parlare per motivi completamente diversi. Una comunicazione poco chiara e priva di empatia costituisce uno dei maggiori problemi dei rapporti interpersonali. Se una donna vuole esprimere i propri sentimenti utilizza superlativi, metafore e generalizzazioni che regolarmente gli uomini interpretano alla lettera. Fraintendendone il significato gli uomini finiscono per reagire in maniera negativa. La traduzione “letterale” delle parole di una donna può facilmente sviare un uomo che è abituato a trattare le parole esclusivamente come
un mezzo per comunicare fatti ed informazioni. Dato che molti uomini non capiscono che le donne hanno un modo diverso di esprimere i propri sentimenti tendono a giudicarli in modo inappropriato; da qui nascono i litigi e le incomprensioni fra i due sessi. Dobbiamo ricordarci di continuo che uomini e donne sono diversi e che nessuno è perfetto. Ricordarselo può evitare inutili tensioni, ansia da prestazione e stress nella coppia. Se non accettiamo i limiti e le diversità del nostro partner o non tolleriamo i suoi difetti e le sue imperfezioni, con molta probabilità non lo amiamo abbastanza o forse abbiamo una visione distorta e infantile dell'amore.
Questo potrà generare anche aspri conflitti nella relazione, ma a quel punto conviene interrogarsi sulle ragioni di fondo della propria scelta e darsi delle risposte coerenti. Insomma, pretendere la perfezione nel rapporto di coppia o dal proprio partner equivale a chiedere a uno zoppo di correre veloce…non sarà mai capace di farlo! Bisognerebbe imparare ad accettare i propri limiti e quelli altrui e saper essere soprattutto tolleranti per quello che non ci piace in noi o nella persona con la quale si è deciso di condividere un progetto di vita. Non è sicuramente facile, ma è prova di grande maturità e di buon equilibrio interiore. Il modo diverso di comunicare fra i due sessi spesso genera confusione. Le donne credono che sia importante trovare sempre nell'arco della giornata il tempo e il modo per dire al proprio partner “ti amo”. Può sembrare banale, ma è importantissimo farlo, ovviamente a condizione di sentirlo e senza farlo diventae un'ossessione, cosa che le donne fanno quasi sempre. Qualsiasi modo va bene (non ci sono limiti alla fantasia): può bastare un fiore, una carezza, un pensiero gentile, una telefonata, una sorpresa o piccole attenzioni, che faranno capire alla persona che amate quanto è importante per voi. Le donne richiedono di essere chiamate e chiamano per comunicare a voce il loro amore. Per gli uomini invece l'amore và dimostrato e non dichiarato. Hanno difficoltà a comprendere la necessità delle donne di essere rassicura te del loro amore. Una via di mezzo può essere la strategia vincente: comportarsi in maniera coerente rispetto al dire "ti amo" è una strategia salva rapporto di importanza cruciale se si vuole evitare di creare contraddizioni tra quello che viene detto a parole e ciò che viene comunicato con i fatti e le azioni quotidiane. Attenzione, dire al proprio partner “ti amo” e poi non essere presenti nei momenti importanti e nelle decisioni che contano nella vita di coppia, equivale a mentire spudoratamente.
La coppia può incontrare punti di stallo, la relazione risulta cristallizzata ed insoddisfacente senza che i partner riescano a creare nuove modalità di vivere insieme mentre incontrano difficoltà sempre maggiori nel gestire i conflitti che li riguardano sia come coppia che come individui.
Attraverso un percorso di terapia di coppia i partners diventano coscienti di se stessi e del loro mondo interno, facilitando il dialogo fra di loro, la comicazione.
Sperimentando cosa desiderano, sentono e percepiscono, ed  imparano a muoversi nella coppia e  nel mondo con maggiore responsabilità e libertà.

 

lunedì 18 ottobre 2021

Articolo divulgativo a cura di Dott.ssa Cristina Puglia Psicologa e Psicoterapeuta